Il problema della Separazione dei genitori.
Come affrontare il problema con i propri figli e come dirlo.


Il vissuto psicologico dei figli durante la separazione.


Negli ultimi anni vi è stato un aumento considerevole di separazione e divorzi, che ha apportato di conseguenza anche un aumento di bambini e adolescenti coinvolti in questo esperienza. Purtroppo accade spesso che prima di giungere ad una separazione, i conflitti e le aggressioni verbali divengono la quotidianità. Il dolore e le difficoltà dei bambini possono quindi essere immaginati, e la scelta dei coniugi di separarsi è inevitabile e paradossalmente costruttiva.
Molto spesso però, anche dopo la separazione  perdura la conflittualità tra i genitori, richiedendo ai figli alleanze, schieramenti e utilizzando il ricatto nel rapporto affettivo.
E’ comprensibile come l’esperienza della separazione sia dolorosa per tutti e ancor di più per i figli costretti ad affrontare un momento di confusione a causa della perdita dei punti di riferimento.
Inoltre spesso accade, che la prole si trovi ad essere contesa, trovandosi così a dover prendere le parti di uno dei genitori, o anche che venga lasciata da sola a vivere e dare un significato alle loro problematiche,  perchè i genitori presi dai loro risentimenti e rancori non riescono più a comunicare ed a comunicare con  loro.  I figli  quindi più rischiano di essere sottoposti ad un danno psicologico da questo evento che può far crollare la fiducia in se stessi e negl' adulti fino a determinare una vera difficoltà nello stabilire relazioni stabili.
Spesso accade che il bambino si senta il responsabile e il colpevole delle difficoltà esistenti tra i la madre e il padre, creando di conseguenza dei sensi di colpa con il relativo bisogno di riparare ciò che crede di aver provocato e rotto.  
Le reazioni dei bambini variano a seconda dell’età: quelli più piccoli potrebbero avere una regressione delle funzioni organiche; ad esempio potrebbero iniziare a bagnare il letto, oppure  cominciare ad avere problemi di sonno, incubi, o  a balbettare; i bambini in età scolare potrebbero  maturare sentimenti di ostilità per uno dei due genitori, o manifestare rifiuto verso la scuola ed i coetanei; gli adolescenti, infine, potrebbero cercare l’indipendenza attraverso comportamenti trasgressivi e pericolosi.
Il grado di adattamento alla separazione varia però in base alla coerenza e veridicità delle informazioni che ricevono dai genitori circa ciò che sta accadendo o che accadrà e, soprattutto, del tipo di comportamenti che essi mettono in atto tra loro. Diviene pertanto fondamentale non sottovalutare che la sofferenza dei propri figli;
- aumenta tanto più è elevata la conflittualità tra i genitori;
- aumenta se uno dei due genitori sparisce;
- peggiora se il bambino è usato come strumento per ricattare,  o ferire l’altro genitore;
- peggiora se i conflitti riguardano il figlio stesso: visite, orari, scelte educative, ecc.;
- può sfociare in comportamenti sintomatici se i conflitti sono continui e se il figlio assiste ad aggressioni verbali e fisiche tra i genitori.
Di conseguenza a far scaturire un’eventuale sintomatologia nei figli, non è la separazione in sé, ma le modalità che gli adulti  utilizzano nel gestire la crisi, insita in questa esperienza.
Quando accade che  nella enorme sofferenza di dover riconoscere la fi ne della loro vicenda affettiva, gli ex coniugi riescono a trovare strategie di collaborazione come genitori, allora si permette  ai propri figli di superare  la separazione con minori difficoltà  e di adattarsi in maniera meno traumatica al nuovo equilibrio familiare.
Chiedere un aiuto ad un esperto potrebbe essere fondamentale per due motivi: per le inevitabili difficoltà ad assumere un ruolo collaborativo genitoriale, mentre si tiene in vita un conflitto legale o, comunque, si provano sentimenti come rabbia, frustrazione, desiderio di vendetta ed infine per dare la possibilità agli adulti di trovare concrete e stabili  modalità di collaborazione per il benessere dei figli.


Per maggiori informazioni e per chiedere il tuo un aiuto ad una Psicologa a Caserta, scrivi o prendi un appuntamento a Caserta, con la Dottoressa Gaeta

Prendi il tuo appuntamento la prima seduta è gratuita.
Tel. 0823 1607442
Ordine Psicologi della Campania N°2012